Cosa vuol dire Comunicare

Approfondiamo il tema della comunicazioni con considerazioni dettate dall’esperienza e da teorie di marketing, spesso superate dal talento e dalla fortuna, ma altrettanto importanti per raffinare la tecnica ed aumentare la consapevolezza.

L’intervento tenuto da Michele Vitali all’evento formativo di Padova il 19 Maggio (video), implica una premessa importante che vogliamo oggi approfondire: cosa vuol dire comunicare efficacemente? Ma prima chiariamo un’altra questione che sta alla base di questa domanda e risponde alla domanda “perché è importante comunicare?”. Iniziamo da qui.

La nostra risposta influenza tutta la nostra strategia: poiché oggi anche nel mercato dell’ottica, come nella maggior parte dei mercati, il prodotto è estremamente globalizzato e il cliente è molto influenzato dalle campagne pubblicitarie dei grandi marchi, più che far percepire il vostro prodotto è importante puntare sul valore aggiunto che solo voi, professionisti della visione, potete offrire accorciando le distanze tra il cliente ed il brand. Tale valore aggiunto è la competenza, la professionalità e la sicurezza che la vostra persona può tramettere: voi non vendete un prodotto, ma un servizio! Riassumendo: è importante comunicare per differenziarsi ed, in ultima istanza, per vendere!

COME COMUNICARE EFFICACEMENTE

In primis chiariamo che la comunicazione è una scienza, basti pensare a quante facoltà delle nostre università portano questo nome (scienze della comunicazione, filosofia della comunicazione, Comunicazione e Marketing, …). In quanto scienza essa deve operare per differenziazione nei campi che la costituiscono e creare i giusti codici di interazione con ognuno di essi. Questo significa che non si può comunicare con tutti allo stesso modo, ma si deve organizzare in maniera strategica la propria comunicazione procedendo con cautela e con intelligenza: dobbiamo essere sicuri che il destinatario del nostro discorso possa percepire quello che gli vogliamo trasmettere e questo accade quando è interessato o, meglio ancora, implicato.

Selezionati dei target di utenza, catturiamo l’attenzione partendo dal problema; citando le possibili conseguenze del problema lo si contestualizza e gli si conferisce un’identità. Solo allora proponiamo la nostra soluzione e il servizio che abbiam pensato per lui. Nessuno comprerà mai una soluzione, senza sapere cosa risolve!

Nel particolare del nostro tracciato di mercato questo approccio è importantissimo e ci conferisce il titolo di professionisti del benessere visivo.

UNA BUONA COMUNICAZIONE DEVE SAPER RAGGIUNGERE IL DESTINATARIO E DEVE ESSERE CONTINUA.

Per raggiungere il destinatario dobbiamo utilizzare il canale adatto, che oggi può essere la mail, il volantino, l’sms, il fax, la chiamata, la pubblicità su Google o su Facebook… a seconda dell’età o delle abitudini, infatti, siamo soliti prestare la nostra attenzione all’uno o all’altro canale di comunicazione.

Per continuità, invece, si intende la lungimiranza della vostra strategia, capace o meno di attivare un dialogo con il vostro cliente. Si noti che un dialogo, per definizione, ha il vantaggio di offrire stimoli ad entrambe le parti dialoganti. Al proposito non si trascuri l’ascolto, più tecnicamente definito alla stregua di analisi dei risultati: in termini di dati raccolti, successi, conversioni o effetti in generale.

SERVE AIUTO?

Puoi contattarci per qualsiasi cosa.

Invio in corso...

©2017 | PERLOTTICO - Pensato e Sviluppato da ITexperience | P.IVA:04080190277 | Policy

Perlottico

Accedi con le tue credenziali

o    

Ha dimenticato i tuoi dati?